Che s-confusione, sarà perché (non) ti amo

“Arriva quando meno te l’aspetti, quando non ci pensi più, quando sei così indaffarata a vivere la tua vita, che non senti più che ti manca”
(quindi noi semplicemente non ci pensiamo più, andiamo avanti serene con la nostra vita e capiterà che ci cada in testa, come la cacca dei piccioni)

Ma anche

“Eh però non ti dai abbastanza da fare. Devi uscire di più, iscriverti a qualche corso. Il circolo della vela, quello è perfetto! Dai, che il tempo scorre!”
(ah, quindi dobbiamo proprio concentrarci su questa cosa. Che ansia)

Oppure

“Ti presto il manuale che ho usato io Come trovare un marito, over 35. Con me ha funzionato, figli compresi, giro del mondo in barca a vela compreso. Alla fine non si tratta che di marketing e di product placement: il product sei tu”
(quindi mi state dicendo che non solo dobbiamo investire in trucco e parrucco, ma dobbiamo proprio studiare, applicarci, farne il nostro obiettivo ‘Ehi, sono un affarone io, prendi-tre-paghi-mezza’ e taaaac, la favola si avvera. Ah, gli unicorni!)

Però

“Oh quello sì è voltato a guardarti. E come ti guardava!”
“Ah sì? Non me ne sono mica accorta. Non me ne accorgo mai, neanche quando ci provano con me”
(eh ma se non ci svegliamo, possono anche cadere dal cielo tanto noi ci scansiamo)

poi

“Ma com’è possibile che una ragazza così bella e intelligente come te sia sola?? Sicuramente sei troppo delicata/esigente/di gusti difficili!!”
(ma come?! ma se li abbiamo provati un po’ tutti, compresi nerd, medio-bassi, con pancetta, belli ma stupidi, perfino un po’ stro*zi – per nascita o per intenzione, non si sa -, quelli rotti, quelli troppo, che ci manca?! Dovremo accontentarci? Usciamo e ci gettiamo tra le braccia del primo che passa? Beh, metti caso che sia quel gran figo del modello di Falconeri, non ci andrebbe neanche male )

Tuttavia

“E mi raccomando, non accontentatevi, mai! Piuttosto il nulla cosmico!!”
(ehm, ma veramente quella di sopra avrebbe detto che dobbiamo abbassare l’asticella)

E per finire

“Guarda, sento di quelle storie in giro che, davvero, mi chiedo chi ce lo fa fare?! Siamo giovani, brillanti, viaggiamo, leggiamo, andiamo ai concerti, a teatro, siamo libere, ci divertiamo con le amiche… forse che non siamo felici così?”
(mmmh, vero anche questo…)

wo-wo-wo, fermi tutti che mi gira la testa e no, non è il pignoletto

Facciamo un po’ il punto. Certo che siamo felici anche così, dispari (non single, non s-coppiate… dispari, che vale tanto quanto un pari). Siamo, per dirla politically correct, diversamente felici.
E in questo essere diversamente felici ci barcameniamo e ci viene a volte il mal di mare mentre raccogliamo in giro saggi, saggissimi, consigli altrui (grazie, grazie a tutti, anche se non richiesti…). E, diciamocelo, ci s-confondono un bel po’, ma ci fanno pure un sacco sorridere.

… Ne volete aggiungere altri?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...